Login bar



IN EVIDENZA

...  

DOWNLOAD

...

 
18
Dic

10a giornata: Chieti saluta il 2011 battendo la capolista

Scritto da Andrea Raffaelli on 18 Dicembre 2011.

Tratto da www.pallavolochieti.it

RISULTATO FINALE: RDM GALENO CHIETI 3 - FENICE VOLLEY FORLIMPOPOLI 1
RDM GALENO CHIETI: Amoroso, Brunn 12, Medori 3, Di Giacomo 11, Longobardo 9, Mammarella, Pappadà (L), Rossetti 16, Sborgia, Scarponi, Schiazza, Zagaria 19. Allenatore: Maurizio Ricci (Andrea Raffaelli squalificato).
FENICE FORLIMPOPOLI: Bendi 6, Boschetti 13, Bussi, Caminati 8, Ceroni 9, Garoia 5, Leone, Lucconi 9, Sangiorgi 2, Sirri, Zaccherini (L). Allenatore: Gianluca Versari.
RISULTATI PARZIALI: 20-25, 25-16, 25-22, 25-21.
ARBITRI: Andrea Alfei (Macerata) e Daniele Stazio (Ancona).

La Rdm Pallavolo Chieti aveva manifestato l'intenzione di chiudere l'anno 2011 con un bel regalo da mettere sotto l'albero suo e quello dei suoi tifosi. Certo, il sacrificio da fare era abbastanza grande, ma consapevole delle proprie forze la squadra di mister Raffaelli questa volta ha raggiunto l'obiettivo prefissato conquistando tre punti pesanti davanti al proprio pubblico, battendo la capolista Fenice Forlimpopoli che dimostra di essere una squadra di alto livello ma che incassa in questa occasione la sua prima sconfitta del torneo.
L'inizio della gara é tutt'altro che in discesa per la Rdm Chieti, con gli ospiti guidati da coach Versari che dimostrano subito la qualità della propria organizzazione di gioco grazie soprattutto ad una buona fase difensiva che recupera praticamente tutti i palloni (6-8). I gialloblù teatini faticano un pò per rimanere sulla scia degli ospiti in quanto la mole di gioco prodotta non riesce a produrre i punti sperati, mentre dall'altro lato della rete Boschetti e compagni mantengono costante il proprio vantaggio (14-20). Mister Ricci, che oggi guida la Rdm Chieti al posto dello squalificato Raffaelli, inserisce Schiazza e Sborgia al posto di Medori e Longobardo ma il recupero teatino non riesce (20-25), pertanto gli ospiti si portano in vantaggio.
Nel secondo set le squadre contendenti ripartono in perfetto equilibrio, con attacchi efficaci ed errori in battuta su entrambi i fronti (8-7). La Rdm Chieti sembra però più concentrata e mantiene costante il ritmo del suo gioco, così dopo un primo allungo di Rossetti (10-7) subito recuperato da Sangiorgi ed un muro ospite, tocca a Zagaria (quest'oggi in giornata di grazia) e Brunn ripartire di slancio per portarsi sul momentaneo 19-12, che dopo qualche minuto diventa 25-16 grazie anche al muro teatino che inizia a prendere il sopravvento sugli attacchi degli ospiti.
I padroni di casa dimostrano di mantenere i nervi saldi, e nel terzo tempo si riportano nuovamente avanti (8-6) spinti da Di Giacomo, Rossetti e Longobardo. Caminati ed i suoi compagni non riescono a mantenere lo stesso ritmo del Chieti, così mister Versari sostituisce Leone con Lucconi ma le cose in campo non cambiano (16-12). La Fenice pur beneficiando di una ricezione molto positiva non riesce a pungere in attacco come in precedenza, grazie al muro del Chieti che argina quasi tutto (20-13). Gli ospiti provano nel finale di tempo a recuperare terreno sfruttando un leggero calo di rendimento dei teatini, ma i punti di distanza sono davvero troppi e così il Chieti stringe i denti in difesa con Pappadà, Longobardo e Di Giacomo chiamati a fare gli straordinari, ed il set si chiude sul punteggio di 25-22 che realizza il sorpasso dei teatini per 2-1.
Il quarto set si apre con i padroni di casa che spingono il piede sull'acceleratore grazie ai punti di Brunn, Zagaria ed il solito muro gialloblù che fa da diga (8-3). L'allenatore ospite sostituisce Garoia per Bussi, ma il pallino del gioco é sempre nelle mani del Chieti che intravede la possibilità della vittoria piena (17-9). Sul finale di tempo però i teatini in attacco concedono troppo, regalando tre punti consecutivi alla Fenice con alcuni attacchi out (19-14). I romagnoli non hanno affatto gettato la spugna, e provano in qualche modo a riorganizzare le idee per tentare il tutto per tutto. La gara si fa avvincente, ed entrambe le squadre giocano con intensità e grinta dando vita ad una fase del match davvero spettacolare. Bendi e Lucconi accorciano di un pò il distacco, ma é Rossetti che nel finale mette a terra la palla del 25-21 che chiude la gara col punteggio di tre a uno in favore dei padroni di casa.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

ULTIMI COMMENTI

SOCIAL BOOKMARKS

Facebook RSS Feed

CONTATTO

Andrea Raffaelli
San Benedetto del Tronto - AP
63074 Italia

info@andrearaffaelli.it


e-mail

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori informazioni.

Io accetto i cookie per questo sito.